Il Palazzo di Brera


Lo splendido, austero Palazzo di Brera, fu eretto dove un tempo sorgeva il Convento degli Umiliati, in seguito passato ai Gesuiti. Questi, giunti nel 1572, istituirono la loro scuola e commissionarono la costruzione del palazzo all'architetto Francesco Maria Richini che iniziò i lavori agli inizi del 1600. Richini morì nel 1658 e la sua opera venne perpetrata dal figlio Gian Domenico e in seguito da Girolamo Quadrio e Pietro Giorgio Rossone.

Il lavoro giunse a compimento nel 1773 e nel 1780 il Piermarini costruì l'elegante e maestoso portale, in perfetta armonia con l'austerità della sua concezione estetica.

Questo palazzo rappresenta il tipico esempio dell'architettura barocca lombarda.

Alcuni consigli per la visita

Dopo aver ammirato il portale del Piermarini, viene spontaneo sostare a lungo nello splendido cortile rettangolare, avvolti dalla sontuosità dei due ordini di colonne binate.
Al centro del cortile si può ammirare il monumento a "Napoleone come Marte  Pacificatore" del Canova. Si tratta di una statua bronzea che ritrae Napoleone nel ruolo del dio romano Marte, con una Vittoria Alata in una mano e un'asta nell'altra. La statua è alta 3,45 m ed è la copia bronzea dell'originale marmoreo, che attualmente di trova all'Apsley House a Londra.

La bellezza severa dello scalone è impreziosita da una serie di monumenti, realizzati per celebrare personaggi illustri legati alla storia del Palazzo di Brera.
Tra questi i monumenti a Cesare Beccaria e a Giuseppe Marini.

Il Palazzo di Brera ha conservato e incentivato nel tempo il suo ruolo nel mondo della cultura e delle istituzioni didattiche. Esso ospita infatti diverse istituzioni fra cui l'Osservatorio Astronomico, l'Orto Botanico, l'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, la Biblioteca e l'Accademia di Belle Arti.

E, naturalmente, ospita una collezione di inestimabile valore, una delle più importanti mostre artistiche del mondo: la Pinacoteca di Brera.

L'ubicazione ufficiale è in via Brera 28 a Milano.
Per informazioni sulle visite il sito ufficiale è www.brera.beniculturali.it.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento